italiano | english

Wolfsoniana > Esotismo

Adolfo Coppedè, Il Teatro Alhambra a Firenze, 1919-21

Esotismo

Lo stile cosiddetto moresco si afferma in Italia nella seconda metà dell'Ottocento attraverso le grandi esposizioni e si diffonde soprattutto nei luoghi dedicati allo svago: grand hotel, stabilimenti balneari, edifici termali, arene estive.

Nelle dimore della nuova borghesia in ascesa, gli ebanisti, oltre a cimentarsi nella realizzazione di sale neorinascimentali e neobarocche, esprimono il gusto per l'esotismo dei loro committenti almeno nell'ambiente del fumoir, oppure nella camera da letto.

 

È proprio questo il caso della monumentale stanza in stile neoegizio ideata intorno al 1890 dai due pittori orientalisti bolognesi, Fabio e Alberto Fabbi, per il Palazzo Gonzaga a Guastalla vicino a Mantova.

Reinterpretando motivi dell'arte islamica, il mobiliere milanese Carlo Bugatti elabora invece, attraverso una ricerca formale, un nuovo stile la cui originalità viene da subito riconosciuta a livello internazionale.

Torna a Museo